Italian Properties va nei Paesi Bassi

La GdF arrestava nel 2019 i capofila di Marashopping e Sottocosto.Online i truffati sono 10mila ma le menti delle Truffe Online non si sono fermate …

Sembra incredibile che nonostante arresti e perquisizioni i truffatori in Italia godano di una immunita’ quasi da Consoli Onorari , possono continuare a produrre decine e decine di documenti falsi e perpetrare le loro attivita’ impuniti da un legge lenta e farginosa .

Lo scorso inverno un’azienda italiana gia’ oggetto di indagine per frode associazione a delinquere ha cercato di truffare non solo i comuni consumentori ma anche lo STATO Italiano attreaverso gare CONSIP per la fornitura di mascherine .

Questa azienda Italian Properties srl del tristemente noto imprenditore Marco Melega aveva partecipato ad una gara vincendola ma grazie ai controlli fatti sul campo dalla GDF italiana ,la CONSIP ha potuto salvarsi da una truffa ormai pronta a scattare.

Italian Properties srl aveva vinto la gara (cod Consip :2288)  e si apprestava a subappaltare la fornitura ad un a ditta ALBANESE la COSAMED sphk di Tirana che costituita pochi giorni prima aveva la sua sede in una palestra di ginnastica e bodybuliding in un quartiere povero di Tirana, ma gli uffici a Londra dentro ad una Company house ovvero un palazzo con all ;interno 14.000 si quattordici mila altre societa’ .

L’amministratore della Cosamed un ragazzo di 26 anni  avrebbe dovuto sub appaltare le forniture allo Stato Italiano per circa 10milioni di euro .

Il vero beneficiario pero’ sarebbe stato  MARCO MELEGA che nel frattempo aveva preparato un altra societa’ albanese la Multimediaservice ghestita da una “simpatica ragazza” sempre albanese che si era preoccupata di trasferire la commessa ad una LTD inglese la PHARMATRADE ltd di Londra  amministrata all’epoca da un esponente politico (?) di Napoli ..

Quindi il giro delle scatole cinesi era :

Italian properties gestione Italiana di Marco Melega > COSAMED > MULTIMEDIA > PHARMATRADE gestione Italiana esponente di Napoli  > ITALIA

Ovvero una bella operazione di riciclaggio internazionale oltretutto spudoratamente dichiarato in occasione di un processo tenutosi nei Paesi Bassi con la convinzione che li la GDF Italiana non sarebbe mai arrivata e quindi bastava convincere i Giudici olandesi con l’aiuto di un buon Avvocato (?) e valaghe di documents senza senso  ed oltretutto falsi per farla franca .

Peccato Italian properties & Co non abbiano capito che l’intento era ben diverso da quello di vincere una causa che non aveva alcun interesse per la parte interessata , visto che oramai i beni oggetto della stessa sono tutti di fatto sequestrati  e dietro all’ultimo passaggio rimaneva solo una rete per i pesci piccoli e grossi .

Molto utili tutti i documenti raccolti nei Paesi Bassi che poche ore dopo il loro deposito agli atti sono stati diligentemente trasferiti in Italia .

Ora si aspettano i risvolti delle indagini che avranno ovviamente un carattere internazionale .

Compliments alla GDF Italiana .

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

mascherina-1